Claudio Butrichi, executive chef viareggino

2091 Views 0 Comment

La mia storia in cucina inizia nel 1992, dopo aver perso una attività e con un figlio che stava nascendo, trovai lavoro come lavapiatti nel ristorante di un hotel in Versilia, dove abito. Lo Chef era un francese con una stella Michelin. Fui rapito dai piatti che faceva, dai colori e dai profumi che pervadevano la cucina e lui, accortosi del mio grande interesse, spesso a fine serata si fermava a parlare con me di cucina, delle sue basi. Quando ero a casa sperimentavo e gli raccontavo i risultati. Andai avanti così per un anno e mezzo, quando, in piena estate e con l’albergo pieno, i suoi due aiuti litigarono in cucina e vennero licenziati in tronco. Lo Chef si girò verso di me e mi chiese : “te la senti?”.

Iniziò così la mia avventura in cucina. Lavorammo insieme tre anni, poi lui dovette tornare in Francia e lasciò me come cuoco in questo hotel.

Restai in contatto con lui e dopo un paio di anni mi disse che se volevo poteva farmi entrare per un anno in un ristorante stellato a Parigi. Non ci pensai nemmeno e partii per questa avventura.
Ho avuto una grande fortuna ed ho imparato molto. Rimasi un anno come da contratto poi tornai a casa con un bagaglio più grande.

Da allora ho sempre lavorato in Italia, in fondo la mia cucina è la cucina Italiana e con prodotti italiani che non hanno pari nel mondo. Le nostre aziende, la qualità dei nostri prodotti sono invidiati in tutto il mondo, così come la nostra cucina che anche in Francia è molto apprezzata.

Oggi sono Chef Executive in un hotel a Forte dei Marmi… ne ho fatta di strada da lavapiatti ad ora! Credo di essere l’esempio vivente che spesso dopo brutti colpi d’ala della vita, dietro l’angolo si cela un avvenire.

Certo, ci vuole impegno, voglia di arrivare, studio delle materie prime che in Italia, per nostra fortuna abbiamo in gran quantità e qualità.

Oggi sono grato allo Chef che mi iniziò, alla Francia che mi ha aiutato a formarmi ma più che mai alla mia Nazione ed ai suoi prodotti di eccellenza, che ci permettono di creare ai più alti livelli, appagando i palati di ogni parte del mondo.

Grazie a Italia Verace per questa splendida idea

0 Commenti

Lascia un Commento